Benvenuti nel nuovo blog Techfind


WIKA : Valvola con doppio blocco e sfiato per un funzionamento sicuro

21 Febbraio 2022 in Nuove rappresentanze

21. Febbraio 2022 | Vincenzo Lucidi

Play it safe with double block & bleed

Qual è il modo più sicuro per separare un processo e la relativa tecnologia di misura della pressione? Per rispondere a questa domanda occorre applicare la norma HSG 253, che risponde in modo inequivocabile: tramite una valvola per strumentazione con doppio blocco e sfiato (DBB). Questa configurazione per la minimizzazione dei rischi si applica soprattutto, ma non solo, ai processi con fluidi critici.

Una valvola per strumentazione con doppio blocco e sfiato è tipicamente una monoblocco. Presenta due valvole d’arresto (blocco) e una valvola di sfiato (spurgo). Se la valvola d’intercettazione sul lato del processo non si chiude più in caso di guasto, la seconda valvola d’intercettazione impedisce la perdita incontrollata di sostanze o la contaminazione del processo dall’esterno.

Per applicazioni con fluidi liquidi o viscosi, vengono utilizzate valvole di intercettazione con esecuzione a sfera. Per una prevenzione ottimale dei danni, le valvole a sfera WIKA hanno una combinazione di tenuta in plastica e metallo: se la guarnizione in PEEK o PTFE dovesse cedere, la pressione spinge la sfera senza soluzione di continuità verso l’anello metallico. Il sistema ridondante è testato per le perdite secondo la norma BS6755 / ISO 5208 tasso di perdita A.

Gruppo di misura con valvola a sfera in esecuzione DBB: le valvole a sfera WIKA hanno un sistema di tenuta plastica-metallo ridondante. In caso di guasto della tenuta “morbida” (contrassegnata in giallo), la pressione spinge la sfera senza soluzione di continuità verso la sua sede metallica.

Ogni configurazione di valvola a doppio blocco e spurgo offre una tripla protezione:

  • Per il personale
    Gli installatori e i tecnici possono lavorare in un luogo di misura con fluidi critici senza timore di venirne a contatto. La valvola a doppio blocco consente la manutenzione o la sostituzione dello strumento di misura senza pericolo.
  • Per l’ambiente
    Le valvole per strumentazione a doppio blocco e sfiato impediscono la fuoriuscita del fluido di processo nell’ambiente. Nella esecuzione appropriata, le valvole a sfera e le valvole a spillo WIKA impediscono persino le fuoriuscite. Queste versioni sono prodotte in conformità alle norme ISO 15848-1 e VDI 2440 (TA Luft).
  • Per gli strumenti
    Il doppio blocco e sfiato offre allo strumento di misura collegato una protezione ottimale contro i potenziali danni del processo, per esempio durante un processo di pulizia con sostanze aggressive. Allo stesso tempo, questa configurazione assicura un funzionamento duraturo e affidabile della valvola.

Soluzione compatta anziché un modello autocostruito

Le soluzioni di blocco qui descritte potrebbero, in linea di principio, essere costruite a partire da singoli componenti. Tuttavia, avrebbero una dimensione corrispondente che influenzerebbe la stabilità del gruppo di misura. A causa delle numerose parti e connessioni, ci sarebbe anche un maggiore rischio di perdite.

Le soluzioni di valvole realizzate in un corpo compatto eliminano gli svantaggi sopra menzionati. Per applicazioni senza rischi, tuttavia, è consigliabile utilizzare valvole standard (ad es. i modelli di valvole a spillo IV10, i manifold a due valvole della serie IV20 e le valvole a sfera BV). Nel caso di fluidi critici, le valvole monoblocco con configurazione a doppio blocco e sfiato rappresentano chiaramente la prima scelta.

WIKA offre una gamma completa di valvole DBB per una vasta gamma di applicazioni (da sinistra a destra): modello IBM, modello IBF (con attacco flangiato), modello IBS (per campionamento) e modello IBJ (per processi di iniezione) così come il modello monoflangia IVM. La lavorazione di alta qualità di tutte le parti della valvola consente un funzionamento regolare e preciso, anche a pressioni elevate e dopo una prolungata assenza di utilizzo.

Ulteriori informazioni sulle valvole per strumentazione monoblocco con doppio blocco e sfiato sono disponibili sul nostro sito WIKA.

Non esitare a contattare i nostri esperti.

Leggi anche i nostri articoli:
“Evitare le fugitive emission con la prevenzione”
“Soluzione hook-up: misura della pressione con accessori”

WIKA, Sicurezza : Il fermafiamma protegge i serbatoi dei camion per liquami

15 Febbraio 2022 in Nuove rappresentanze

14. Febbraio 2022 | Serena Doria

Il fermafiamma protegge i serbatoi dei camion per liquami

Un fermafiamma antideflagrante o semplicemente un fermafiamma, impedisce la trasmissione della fiamma, attraverso uno strumento di misura, in una zona 0 (gas) pericolosa. Questa funzione di protezione, quindi, gioca un ruolo importante, soprattutto nella strumentazione di processo nell’industria chimica. Tuttavia, aumenta anche la sicurezza operativa nel trasporto mobile delle acque nell’industria delle acque reflue.

Nelle regioni densamente popolate, le reti fognarie trasportano le acque reflue agli impianti di trattamento. Nelle aree rurali, tuttavia, spesso mancano tali infrastrutture. Le acque reflue delle famiglie scorrono in fosse settiche o pozzi neri. Per svuotarle, le società di gestione dei rifiuti usano camion aspiranti con cisterne. Questi veicoli portano poi il loro carico al più vicino impianto di depurazione per il trattamento.

Possibile pericolo da vapori infiammabili

Il trasporto comporta un potenziale pericolo. Questo perché si forma uno strato di idrocarburi sulla superficie delle acque reflue non trattate nel serbatoio di raccolta chiuso del veicolo e questo può produrre vapori infiammabili. Ciò significa che l’interno del serbatoio corrisponde a un livello di pericolo di zona 0. Secondo la definizione, un’atmosfera esplosiva vi prevale in modo permanente o per un lungo periodo di tempo.

Fermafiamma nel manometro

A sticker marks the zone separation.

Dispositivo fermafiamma nel sistema di separazione a membrana mostrato qui è anche integrato in un manometro con un segnale di uscita. L’adesivo segna il punto in cui inizia la zona protetta.

Gli strumenti di misurazione della pressione, come i manometri, utilizzati per il monitoraggio del serbatoio devono soddisfare questo requisito. Per questo motivo, un produttore di camion con serbatoi in vuoto equipaggia i suoi veicoli con un sistema con separatore a membrana di WIKA. Il modello PGT23, con omologazione ATEX, è montato sul separatore con membrana affacciata modello 910.21 dotato di fermafiamma antideflagrante integrato.

Omologazione ATEX e IECEx

Il fermafiamma della camera di pre-volume soddisfa i requisiti della norma armonizzata EN ISO 16852:2016. Consente quindi il montaggio in una zona 0. Inoltre, il modello 910.21 è il primo fermafiamma sul mercato che ha sia l’omologazione IECEx sia quella ATEX. Il produttore di autocarri con serbatoi in vuoto aumenta così le possibilità di esportazione dei suoi veicoli.

Informazioni sulla pressione durante la guida

Il manometro modello PGT23, in cui è incorporato il fermafiamma, è uno strumento ibrido. Oltre all’indicazione meccanica della pressione, dispone di un segnale di uscita analogico (4 … 20 mA). Il segnale viene trasmesso alla cabina dell’autocisterna con serbatoio in vuoto in modo che le informazioni siano sempre disponibili, anche durante la guida.

Oltre al PGT23, WIKA combina il fermafiamma con altri strumenti di misura della pressione omologati Ex e sistemi di separatori a membrana per formare un gruppo di strumentazione completo. Le informazioni tecniche sul modello 910.21 di fermafiamma antideflagrante sono disponibili sul sito web WIKA. In caso di ulteriori informazioni, non esitate a contattare i nostri esperti.

Leggi anche i nostri articoli:
“Strumenti di misura e calibratori Ex per zona 0, zona 1 o zona 2 secondo ATEX”
“Protezione Ex: differenza tra i modelli zona e divisione”

WIKA: la pressione e la temperatura su misura